Flatbread alla griglia

I flatbread – letteralmente “panini piatti” – sono dei panini, appunto, che hanno come particolarità il fatto di essere cotti in padella o sulla griglia.
Buonissimi mangiati anche solo con olio e sale, sono spettacolari conditi con olive, pomodoro fresco e feta.

“Luglio, col bene che ti voglio”, diceva la canzone. Certo è che con queste temperature di fuoco l’amore per i mesi estivi inizia a scricchiolare un po’ e con lui anche la voglia di imbarcarsi in ricette troppo complicate e lunghe cotture in forno.

Ma ecco venirci in soccorso la nuova ricetta del Re-Cake 2.0 che non solo è buonissima, ma è anche velocissima e, soprattutto, non prevede l’uso del forno: i flatbread alla griglia.

Flatbread

I flatbread, lo dice la parola stessa, sono dei panini piatti e morbidi, la cui caratteristica principale è la cottura, che avviene in padella o sulla griglia per pochi minuti.
Bando quindi al forno e alle cotture prolungate per questi ottimi pani, da proporre conditi con un gustoso burro all’aglio e agli aromi o da servire in accompagnamento a un fresco hummus o, ancora, con un topping di pomodoro fresco, olive taggiasche e feta greca.

Vi è venuta fame solo all’idea? E allora all’opera!

Ingredienti per 8 flatbread

Per l’impasto dei flatbread

250 g di farina 1
150 g di farina integrale
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di lievito di birra secco
1 cucchiaino di malto o zucchero
270 ml di acqua
40 ml di olio extravergine di oliva

Per il burro all’aglio e aromi

50 g di burro
1 spicchietto di aglio
Aromi (Rosmarino, Salvia, Timo)

Per spennellare

Fior di sale
Aromi (Rosmarino, Salvia, Timo)

Preparazione

Tempi di preparazione: 10 min + 1 h di riposo
Tempi di cottura: 4 min per flatbread

Come preparare i flatbread alla griglia

Fase I – L’impasto

Versate le due farine setacciate nella planetaria, aggiungete il lievito, il sale, il malto d’orzo, l’olio e impastate per 5 minuti a velocità bassa versando l’acqua.

Lasciate quindi lievitare coperto per 1 ora fino al raddoppio.

Fase II – Il burro all’aglio e aromi

Scaldate il burro in un pentolino antiaderente a fuoco basso. Una volta sciolto, spegnate il fuoco e unite gli spicchi di aglio tritati finemente e gli aromi sminuzzati. Lasciate infondere gli aromi per almeno 10 minuti.

Fase III – La cottura dei flatbread

Preriscaldate una griglia – io ho usato quella elettrica – e portatela al massimo della temperatura.
Intanto, dividete l’impasto in 8 pezzi lavorandolo con le mani unte d’olio.

L’impasto risulterà leggermente leggermente appiccicoso, ma è normale così. Le mani unte d’olio vi aiuteranno a gestirlo meglio.

Allargate l’impasto con la punta delle dita, appiattendolo abbastanza, e conferitegli una forma ovale.

Mettete i pani su un foglio di carta forno e allargateli ancora. Quando la piastra o la griglia saranno roventi, trasferitevi i pani un paio alla volta.

Cuoceteli per 3-4 minuti per lato e, man mano che saranno cotti, avvolgeteli con un panno pulito.

Fase IV – I flatbread all’aglio e aromi

Quando tutti i pani saranno pronti spennellateli con il burro all’aglio e completate con un pizzico di fior di sale e rosmarino tritato.

Note
Questi pani si conservano morbidi per qualche ora. L’ideale sarebbe cuocerli, condirli e servirli subito.
In alternativa, congelateli e tirateli fuori al bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *