Ricetta facile per un caramello doc

caramello

La salsa al caramello fatta in casa è una di quelle delizie che una volta assaggiate creano dipendenza. Se poi aggiungete anche un pizzico di sale, diventa irresistibile.

Una salsa buonissima che però è molto difficile da trovare, per lo meno qui in Italia, è quella al caramello.

Quindi, che fare? Meglio armarsi di buone intenzioni e provare a realizzarlo in casa.

Ci sono sostanzialmente due modi per prepararlo: uno a secco piuttosto difficile e ad altissimo rischio di insuccesso che prevede di sciogliere lentamente lo zucchero in padella, e uno – molto più semplice – che prevede di caramellizzare lo zucchero nell’acqua.

L’unico momento critico è quello di capire il giusto punto di caramellizzazione: se lo zucchero è ancora indietro, il liquido sarà chiaro e troppo zuccheroso, se al contrario lo avrete fatto bollire troppo, il liquido risulterà molto scuro, lo zuccherò sarà bruciato e il gusto sgradevole.

Il consiglio è quindi di fermare la cottura e togliere il pentolino dal fuoco non appena la soluzione zuccherina avrà raggiunto un bel colore ambrato.

Se è vero che la tentazione di mangiarlo a cucchiaiate sarà grande, ricordate che la morte sua è sul gelato o versato sui brownies.

Ingredienti per 400 g di salsa al caramello

Per il caramello dolce

  • 65 g di acqua
  • 165 g di zucchero semolato
  • 30 g di burro
  • 150 g di panna fresca
  • 1 cucchiaino da caffè di aroma di vaniglia

Per la salsa al caramello salato

Preparazione

In una casseruola scaldate la panna fino a portarla a temperatura ambiente e mettete da parte.

Versate l’acqua e lo zucchero semolato in un pentolino di acciaio inox e portate ad ebollizione a fuoco alto continuando a mescolare con una frusta per sciogliere bene lo zucchero.

Non appena bolle, smettete di mescolare e abbassate la fiamma.

Quando il liquido bolle non mescolate: mescolando infatti causereste la rottura dei critalli di zucchero, ottenendo così una salsa grumosa.

A questo punto lasciate sobbollire la soluzione di acqua e zucchero per una decina di minuti, stando ben attenti a non superare i 180 – 190 C° (e qui sarebbe di grande aiuto avere a disposizione un termometro per liquidi) o comunque a non far scurire il liquido: dovrà diventare di un bel colore ambrato, ma non scuro.

Non appena raggiunto il colore ambrato – in pratica una volta raggiunto il punto di caramellizzazione – togliete dal fuoco.

Aggiungete ora con molta attenzione la panna nella soluzione di acqua e zucchero e mescolate bene.

Unite anche il burro e l’aroma di vaniglia sempre continuando a mescolare.
Se optate per la versione salata, aggiungete anche il cucchiaino da caffè di fleur de sel.

Fate raffreddare completamente nel pentolino prima di trasferire la vostra salsa al caramello in un barattolo di vetro.

Potete conservare il caramello in frigorifero per due settimane oppure in freezer per tre mesi. Nel primo caso basterà riscaldarlo qualche minuto prima di utilizzarlo; nel caso invece lo abbiate congelato, scongelatelo in frigorifero il giorno precedente.

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *